Iscriviti alla nostra Newsletter

Rottamazione Bis 2018

 

In arrivo la Rottamazione Bis Cartelle 2018 Equitalia: requisiti, domanda e scadenze.

 

Rottamazione bis 2018 per le cartelle di pagamento notificate dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 e riapertura dei termini della sanatoria anche delle vecchie cartelle ma solo in alcuni casi, sono queste alcune delle importanti novità contenute all’articolo 1 del Decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018, Dl 148/2017 in merito all’estensione della definizione agevolata dei carichi.

La nuova rottamazione bis 2018 funziona così: il cittadino o l'impresa che ha visto notificarsi tra il 1° gennaio 2000 ed il 30 settembre 2017, una o più cartelle di pagamento, può accedere, previa apposita domanda, alla nuova definizione agevolata dei carichi affidati all’agente di riscossione, ottenendo così il condono di sanzioni ed interessi.

La domanda rottamazione cartelle bis nel 2018, secondo quanto previsto dal decreto collegato alla legge di bilancio 2018, si può presentare in presenza dei seguenti 

requisiti:

A)  Chi non ha pagato le rate condonate di luglio e settembre: i contribuenti ammessi alla prima rottamazione che non hanno provveduto a pagare le rate scadute a luglio e settembre, possono essere riammessi se versano le suddette rate entro il 7 dicembre. In questo modo i cittadini ed imprese che per errore disguidi o mancanza di liquidità non hanno effettuato i versamenti sono riammessi alla rottamazione senza ulteriore addebito. Per cui chi non ha pagato le precedenti rate condonate deve:

  • entro il 7 dicembre: pagare tutte le rate scadute e non versate.

Nota bene: la scadenza del 7 Dicembre vale solo per coloro che non hanno pagato le prime e due rate, per coloro che devono pagare la terza rata la scadenza prevista rimane invariata al 30/11/2017

B) Chi si è visto rigettare l'istanza in quanto non in regola con il pagamento delle rate con scadenza 31 dicembre 2016 rientranti in piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016. L'accesso alla rottamazione, può essere esercitato presentando l'apposita domanda per via telematica all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017, indicando le modalità scelta per il pagamento, e pagare le rate scadute entro il 31 maggio 2018. Successivamente sarà possibile versare con al massimo 3 rate, con scadenza settembre, ottobre e novembre 2018, le somme condonate e gli interessi di mora pari al 4,5% e da calcolare a partire dal 1° agosto 2017. In caso di mancato versamento delle rate scadute, l’istanza non può essere accettata. Per cui:

  • entro il 31 marzo 2018: si dovrà versare per intero l’importo delle rate scadute e non pagate
  • entro il 31 luglio 2018, si dovrà versare l’ammontare complessivo delle somme condonate + gli interessi.

C) Chi ha ricevuto la notifica di una cartella di pagamento dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017: può accedere alla nuova rottamazione bis, se presenta l'apposita domanda entro il 15 maggio 2018 e versa l'importo condonato al massimo in 5 rate di pari importo nei mesi di: luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019. Per cui occorre:

  • luglio 2018;
  • settembre 2018;
  • ottobre 2018;
  • novembre 2018;
  • febbraio 2019.

Per i debiti iscritti al ruolo dal 1 gennaio 2010 al 30 settembre 2017 i contribuenti hanno la possibilità di accedere al condono cartelle esattoriali se entro il 15 maggio 2018 trasmetteranno l’apposita domanda.

 

Scarica modello per la domanda di adesione alla Rottamazione Bis 2018            

 

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla sede Fe.Pro.Pe.C.L.A.A.I.

 Indirizzo e-mail:                   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.      

 Numero fisso:                      0823216513

 Responsabile Dott. Bravi Aldo

Banner CAF

banner PATRONATO

banner STUDIO LEGALE

 


 

banner IMMIGRATI

 

banner SINDACATO

sportello credito